ESPERIENZE ESTIVE 2018

Per ogni cosa c’è il suo momento” ci ricorda il Libro del Qoelet, e anche per il nostro Seminario Arcivescovile “Pio XI” ogni anno, puntuale, arriva il tempo estivo, scandito da ritmi diversi da quelli che la comunità vive durante l’anno. 
E’ un tempo di distensione fisica e spirituale ma non smette di essere Tempo per Dio, anzi acquisisce valore aggiunto. Come ci ricorda Papa Francesco nell’Esortazione Apostolica Gaudete et Exultate: “Il Vangelo ci invita sempre a correre il rischio dell’incontro con il volto dell’altro, con la sua presenza fisica che interpella, col suo dolore e le sue richieste, con la sua gioia contagiosa in un costante corpo a corpo”. (EG 88)
EspEstive2018 001
Ogni anno il Rettore con l’equipe formativa pensano per ognuno dei seminaristi un luogo visitato da Dio, una realtà profumata di umanità, un’esperienza che possa favorire questo incontro con il Signore Gesù nei volti e nelle storie di altri fratelli e sorelle, per ascoltare con maggiore intensità la Sua voce e coglierne la volontà del Padre per la nostra vita.
Nell’unicità dei volti e nella diversità dei carismi, questa estate ci ha visti donare il nostro cuore e le nostre mani alla Piccola Casa della Divina Provvidenza del Cottolengo di Torino e di Biella, al Campo Unitalsi di Bagnara, con la Comunità del CERESO a San’Alessio, al Soggiorno Caritas a Cucullaro, esperienze ed incontri che hanno permesso di toccare nella profondità dell’uomo il germe divino che si nasconde e che mantiene viva la dignità e la sacralità di ogni essere umano. 
Al Campo di Azione Cattolica Ragazzi nella nostra casa diocesana a Cucullaro, invece, ci si è fatti prossimi ai piccoli per imparare da loro, servendoli, quanto è bello e aiuta ricordare sempre la semplicità, la piccolezza e la spontaneità che ci hanno fatto innamorare di Dio. Giovani e ricchi di Dio e di Comunione sono stati anche i giorni vissuti con i giovani della nostra diocesi e della regione con i quali ci siamo messi in Cammino verso Roma dove il Papa ha convocato tutti i giovani italiani per pregare insieme in vista del Sinodo dei Vescovi sui Giovani. 
EspEstive2018 002
Altrettanto importanti e intense sono state le esperienze di servizio vissute fuori Italia con uno sguardo di Missione ad Atene (Grecia) e in Madagascar dove oltre a conoscere la realtà locale i seminaristi hanno potuto vivere un’esperienza forte di universalità umana ed escclesiale e soprattutto di ministero sacerdotale nei sacerdoti che li hanno accompagnati e che hanno conosciuto lungo il tratto di strada. Alcuni poi hanno vissuto il prolungato tempo di Grazia degli Esercizi Spirituali nella forma del Mese Ignaziano a Napoli e Bologna, un tempo nel quale soli con il Solo è stato possibile quell’incontro cuore a cuore che solo permette di avere uno sguardo eterno sulle cose. 
EspEstive2018 003
Il Tempo estivo aiuta a creare un equilibrio tra lo studio, la formazione umana e spirituale e la concretezza dell’Amore che Dio dona e chiede a coloro che ha scelto tra il popolo per essere carezza sulle ferite e speranza nella disperazione di ogni Suo figlio. E questo equilibrio si rafforza non solo facendosi prossimo a chi vive situazioni difficile e di sofferenza ma anche tornando alle proprie radici, nelle famiglie e comunità parrocchiali di origine, in quel focolare che ci ha generati e nel quale imparare ad essere grati, e ri-guardandosi negli occhi con gli amici di sempre che nulla tolgono ma arricchiscono il Sì pronunciato al Signore Gesù e che continuamente ha bisogno di essere rigenerato. Ricchi di Grazie e carichi di Bellezza crocifissa e risorta ci rimettiamo in cammino verso l’inverno alle porte sentendo già da ora il profumo dell’estate che di certo per ognuno di noi tornerà e ci donerà ancora tanta vita che sgorga dall’abbraccio continuo tra Dio e l’uomo.

Michele D’Agostino