MESSA CONCLUSIVA DI FINE ANNO FORMATIVO

Messa di Fine Anno 2017001Anche quest’anno il cammino formativo giunge al compimento di un altro step. Un anno composto da nove mesi esatti, il tempo di una gestazione, perché ogni anno trascorso, nel cammino di sequela al Signore Gesù e che ci insegna ad essere suoi sacerdoti, è sempre un nuovo parto, una nuova vita che “nasce dall’alto”.

Insieme al nostro Rettore e padre della Comunità, don Sasà Santoro, abbiamo reso Grazie a Dio per l’anno trascorso con la celebrazione eucaristica che il Signore ci ha donato nei primi vespri della Solennità del Corpus Domini, quasi a ricordarci che in ogni cammino di sequela autentico c’è una “Notte” da attraversare ma che in questa notte Dio non ci lascia soli ma ci dona il Pane della vita che ci sostiene, e sufficiente per il tratto di strada di ogni giorno.

Nella Celebrazione, don Sasà nel rendere grazie al Signore per la Sua fedeltà con le ordinazioni presbiterali di sette nostri compagni, ha raccolto e offerto a Lui, le gioie e i dolori che hanno abitato la nostra comunità e quindi la storia di ognuno di noi, perché possa ancora una volta restituircele in strade da percorrere e in gesti d’amore da condividere con coloro che ha già pensato per noi.

Siamo stati invitati a leggere l’anno trascorso, come tutta la nostra vita, “partendo dalla fine” perché fosse più chiara l’impronta e la carezza di Dio anche per quelle zone che abbiamo accolto con più fatica e che forse non abbiamo compreso fino in fondo.

Nel consegnarci al tempo di riposo e di attività parrocchiali ed estive che ogni seminarista vivrà nel campo educativo e caritativo, il Rettore, ci ha ricordato l’importanza di custodirci e guardare con occhi vigilanti e innamorati il nostro cammino con Dio perché nulla vada perduto di quello che anche in questo anno ha voluto incidere e donare alla nostra vita.

Perché lasciandoci provare dal rimanere in piedi sulle nostre gambe ed esercitando il desiderio del Sogno che Dio ha messo nel nostro cuore in mezzo ai “tanti tanto”, da settembre possa riprendere il cammino con occhi più liberi e cuore più leggero nella Gioia di aver scelto il Tutto.